LO FACCIAMO SOLO PER AMORE. LOVEVER E ATTACCABOTTONE.

unnamed

unnamed-1unnamed-3 unnamed-2

LOVEVER è la tentazione già dal nome: amore sempre, amore in ogni caso. e siccome non ci facciamo mancare nulla, la città dove attaccabottone.com si conferma dopo Milano è Torino.
LOVEVER è il primo negozio dedicato all’amore. l’esatto contrario di un sex shop, è gestito da donne e presenta una selezione più che rara unica di oggetti (di design o no), prodotti di ogni tipo, aiuti alla vita amorosa e sessuale… per la coppia, i/le single, uomini e donne uniti in ogni tipo di associazione o fantasia possibile.

non potevamo che iniziare con la collezione tributo a Madonna, la regina del pop che alla libertà d’amore ha dedicato una carriera di battaglie e passioni. che a Torino ha cantato per 3 giorni lo scorso autunno. e chissà continueremo con una COLLEZIONE DEDICATA.
per ora potete trovare lì le 5 T-shirt che riassumono in un percorso ideale la carriera di questa donna speciale, realizzate in occasione dell’esposizione ICONIC a Saluzzo Paesana di Torino. sono molto più che parole: segnali di libertà per scatenare una reazione. appunto, attaccabottone.

Torino è città libera, riservata e discreta ma dall’animo libero, libertario o liberale (non è questione politica), con spirito un po’ pagano. le magliette hanno avuto una buona accoglienza e potete trovarle in compagnia dei pilloloni per l’amore, hahaha.

per l’occasione verificare l’esperienza di Elisa (nella foto) e Lidia, a 4 passi di numero dalla Mole Antonelliana.
nella prossima visita a Torino (o se vivete in Piemonte!), non mancate di fare una puntatina da LOVEVER.
sarà il modo più bello per dimenticare il peccato di essere italiani e cominciare ad esplorare il Paradiso Terrestre.

THE QUEEN OF POP? THIS IS A TRIBUTE.

IMG_5179 banchetto molto bel venuto + affresco

siamo stati a Torino 6 giorni per rappresentare attaccabottone.com, le T-shirt che scatenano la reazione. voi le conoscete: precisine, di solo testo, aprono un discorso e colgono l’occasione. bene. e se Madonna, la Regina del Pop, fa 3 date del suo tour in Italia, tutte a Torino, ex Capitale d’Italia, luogo del suo primo storico concerto qui da noi… potevamo avere occasione migliore? NO.

Schermata 2015-11-11 alle 17.14.50

ICONIC è un progetto nato (o meglio moltiplicato, vista la velocità) in rete, in collaborazione tra artisti e professionisti. io che scrivo (Paolo) sono stato invitato da Michele con cui farò gArtè, magazine digitale d’arte… ci chiedevano di fornire – come sponsor tecnico – le T-shirt per la squadra e i collaboratori al  questo tributo. ok! noi di attaccabottone.com abbiamo deciso di devolvere come contributo le magliette, diverse dalle nostre (e perfette: abbiamo curato resa di colori e vestibilità!).

IMG_5149squadra

in cambio però abbiamo chiesto di poter fare un tributo tutto nostro a Madonna, come quello già fatto per Franca Valeri. per Madonna non abbiamo voluto scrivere niente se non “restituire alla mittente” le sue parole e prendere -come ciliegine perfette- 5 benchmark, titoli di canzoni che hanno cambiato il mondo (cioè noi…). quanta arte e determinazione in questa sorella importante! quelle parole non si possono più leggere solo come parole e fanno ormai parte della memoria collettiva. alcune parole sono più importanti di altre, e questo vale ancor più per Madonna. il suo controllo dell’espressione è totale e se a volte sembra reticente (com’è ovvio) o altre volte verace e brusca (è il suo stile) misura ogni momento dell’espressione artistica.

sono arrivato a Torino senza aspettative esagerate ma molto curioso. e sono riuscito a trovare in extremis il biglietto per la prima serata. sia detto subito, il concerto è stato STRAORDINARIO e mi ha ricordato la Madonna che vidi 30 anni fa proprio a Torino: una rockera immediata e scherzosa.ma andiamo per ordine. ecco com’è stata un’esperienza indimenticabile, per tanti motivi:

Schermata 2015-11-26 alle 14.35.50
IMG_5055 IMG_5178
* un luogo incantevole: Palazzo Saluzzo di Paesana, la sede di ICONIC. inimmaginabile finché non lo vedi per bellezza, eleganza, importanza. vero capolavoro del barocco piemontese (sontuosità mista a rigore) ospitava e “pompava” decine di opere d’arte realizzate da artisti di tutto il mondo per celebrare Madonna nel corso degli anni. alcune lo facevano in modo più adulatorio e da “fan”, altre con occhio e attenzione stranianti. l’effetto complessivo era incantevole: il curatore Gabriele Ferrarotti ha saputo unire un assortimento di opere, intenzioni e stili notevole. in questo luogo magico e unico che io ho guardato per 6 giorni, incredulo: ero davvero lì?

IMG_5034IMG_5042IMG_5158IMG_5069

* gentilezza, generosità e professionalità delle persone partecipanti ad ICONIC: strabiliante, per chi è abituato al fighettismo snob di Milano. già la prima sera al party d’inaugurazione, si sentiva un mondo particolare. eleganza puntuale e cortesia sottotono, torinesi al 100%. ritrovavo amiche e amici (ho vissuto 5 anni in quella città), nuove persone che entravano da quella sera nella mia vita. e c’era attesa per qualcosa di davvero unico: le 3 date tutte a Torino, con Madonna che ha espressamente scelto questa tappa per riposarsi un giorno nello stress del tour mondiale.

IMG_5138 concerto rossoIMG_5131

* il concerto -superate le 2 ore di coda per motivi di sicurezza- è stato a dir poco eccezionale. non solo per musica o spettacolo: ritmati, e precisi come un orologio. fatto è che Madonna non sembrava una cantante o show-woman, ma un’amica, una di noi: un donna, molto umana e disponibile, disposta alla battuta spiritosa e all’autoironia con controllo assoluto della parola e della scena …a quasi 60 anni! un mito davvero.
ha trasmesso a tutti -di ogni età e sesso- qualcosa di molto forte. sono tornato a casa dal Palalpitour A PIEDI! (più di mezz’ora…anche se conoscevo le strade) saltellando per l’energia. e il mattino dopo si riconosceva tra la gente che entrava a ICONIC chi era stato al concerto e chi no.

banchetto a tribute banchetto a tribute con T  biglietti da visita banchetto dettaglio elegant con borse * attaccabottone.com aveva un banchetto di velluto rosso e un angolo dedicato. la mia collana di perle abbinata alla giacca ha fatto il suo lavoro e presentavo bene quello che volevamo: un tributo di cotone come celebrazione. idee messe in rilievo attraverso le parole (stampa in serigrafia, inchiostro speciale) con il nostro marchio (bottone sulla manica) e il nostro spirito. le opere d’arte esposte creavano una forma di celebrazione collettiva, quasi spirituale. le parole diventavano ICONIC e costruivano senso di comunità. scoprivamo persone speciali che si riconoscevano nelle mille sfumature di Madonna in un Palazzo nobile dell’ex Capitale d’Italia, quand’era Regno :) …alla Regina del Pop che ha spesso aperto la strada per noi.

IMG_5063IMG_5331IMG_5102
IMG_5064 profiloIMG_5067
IMG_5060 IMG_5269 IMG_5058  curletto okIMG_5054 IMG_5050  banchetto dettaglio elegant con borseSchermata 2015-11-27 alle 10.54.00IMG_5047  IMG_5045IMG_5254IMG_5033

* ah, Torino! città magica davvero. non vive dei ritmi altrui ma conserva architetture, arredamenti, attenzione ed educazione tutti suoi. la città dell’automobile  oggi si reinventa con l’arte, il cinema, la cultura. ho preso casa con Airbnb a 5 minuti dal Palazzo (almeno la vicinanza!) ed è stato perfetto. quando uscivo la sera e soprattutto il sabato -con i miei amici/famiglia di Torino- era una vera sorpresa. la ex “città del lavoro” è diventata un luogo dove si vive con eleganza e misura, a prezzi che sono la metà di Milano… ancor più bella di quando ci ho vissuto io. via Garibaldi in quelle sere sembrava Castro Street da quanti uomini gay c’erano… vuoi per Madonna, vuoi perché a Torino la “vita gay” diurna… non si vede? chissà. l’equilibrio tra discrezione e forza della vita a Torino meriterebbe una riflessione a parte. ma l’energia in quei giorni si sentiva eccome.

IMG_5276-mi-amo    biglietto rationale

* sono diventato un venditore o “presentatore di progetto”, e mi sono divertito come un pazzo: spiegare queste magliette -quasi multipli d’arte, quell’arte che è la vita-. con le diverse T-shirt personificavamo diversi stili di vita… E PASSIAMO ALLE T-SHIRT
ecco le magnifiche 5, nere ed eleganti. gli uomini sceglievano in genere “like a virgin” o “material girl” (hahaha), le donne avevano decisa preferenza per “express yourself”… (e si esprimono le donne che amano Madonna!), il segmento dei curiosi/reattivi sceglieva “nothing really matters”, la T-shirt che personalmente ho voluto nella rosa delle 5. con quel “nothing” sembra negativa e noi di attaccabottone.com vogliamo fare sempre approccio positivo e ottimista …ma quel “nothing” ridimensiona la negatività. occorre andare avanti comunque. spirito ancora più adatto dopo i tragici fatti di Parigi: una strage in un concerto! e ha colpito tutti quando Madonna a Stoccolma ha pianto annunciando la continuazione del suo tour ad ogni costo.

like a virgin  material girl   express yourself  nothing really matters

attenzione particolare c’è stata a un’altra maglietta da me amatissima: “girl gone wild”.
è un ragionamento sull’ageism, il passare del tempo e l’abbattimento dei pregiudizi legati a quel che si può/non si deve fare in relazione all’età. detto fatto: al concerto c’erano donne di tutte le generazioni che prendevano Madonna come esempio e modello, urlavano, si sentivano chiamare da lei “bitches”. come gli uomini :-) forse Madonna dice che la gioventù è uno “state of mind” e che se ci impegniamo possiamo anche vincere importanti sfide fisiche.

girl gone wild
iconic ufficiale
tutti quelli che si fermavano alla postazione attaccabottone.com ad ICONIC nei vari giorni non erano “fan” passivi ma persone magnetizzate dalla mostra e dall’atmosfera magica in città. il mondo nuovo che siamo. ecco alcuni/e superstar:

IMG_5146 IMG_5181    IMG_5206 IMG_5209   IMG_5259   IMG_5216 IMG_5261 12235141_10207788551102410_4670207732361875990_n IMG_5165 Madonna Brazil IMG_5168 Madonna Brazil
fino alle apparizioni magiche, come le nelle foto qui sopra. proprio la sera in cui sarebbe dovuta venire Madonna, è comparsa una sua bellissima impersonator, Madonna Brazil, ha ballato un perfetto vogueing, come fosse un rito… poi ha comperato entusiasta una T-shirt attaccabottone: “like a virgin”!

* ma il COMPLIMENTO E SODDISFAZIONE PIÙ GRANDE è stato creativo, umano e professionale insieme. il venerdì -giorno dopo il primo concerto- si è avvicinato al banchetto un uomo che avevo intuito essere “importante”, non italiano con baffo elegante. mi guarda, tocca con esperienza le T-shirt e fa complimenti alla qualità. pensavo parlasse delle magliette ma no. scopro che si riferisce al progetto attaccabottone.com per ICONIC (e maledizione!, lo stampatore aveva tagliato via la firma ICONIC dalla manica). non credevo alle mie orecchie, mi ha spiegato lui il senso che volevamo dare: “respectful”, “excellent”, “brilliant”, valorizzazione della parola e del messaggio … ne ha comperate 4! ho scoperto poco dopo chi era: Tony Villanueva, uno dei più importante vestiaristi d’America. vestiarista è una professione specifica, il costumista supervisore e consulente per tutti gli abiti di un artista, nel caso Madonna. e mi aveva detto cose così lusinghiere sulle nostre T-shirt “minimaliste” che tanti italiani non capiscono perché “sono solo parole”!!!
ERO AL SETTIMO CIELO E OLTRE. Tony non era ancora uscito, l’ho cercato e ho chiesto di fare una foto con lui. mi ha risposto che voleva farne anche lui una col suo telefono …e a metà della notte ha poi scritto su Instagram, nominandomi di persona!!! ha poi scritto privatamente che …ha indossato la “material girl” di attaccabottone.com per vestire MDNA il sabato sera! MISSIONE COMPIUTA!

IMG_5164    IMG_5306 instagram tony CLOSE UP    IMG_5202 Tony ha messo la T-shirt
nonostante il sopralluogo della tour manager e la visita di Tony o altri collaboratori di Madonna, lei non è venuta. era un giorno di pausa? forse. infatti non è neppure andata a Milano dalla sua amica Donatella (Versace)… 😉 che peccato!, penso. ha perso il tributo che solo l’Italia e solo Torino potevano farle… ma ha chiesto la ripresa filmata di questa incredibile mostra… e non finisce qui, credo.

IMG_5302 instagram tony

* l’operazione “attaccabottone to tell” :-) limited edition continua a sorprendere… alcune magliette restano a Torino per Natale o le prossime occasioni di regalo in un negozio speciale, e ne parleremo presto 😉 !!

ma non basta: ecco Tony Villanueva dalla tappa di Barcellona del Rebel Heart Tour. che T-shirt indossa? riconoscete lo stile?

unnamedlittizetto

(è venuta anche Luciana Littizzetto, ma proprio la sera in cui ero uscito prima per andare a vedere Madonna!)

 

RESISTERE! CON UN SORRISO. TORINO!

rebel

dopo i tragici fatti di Parigi e l’osceno attacco a cittadini inermi …nel loro tempo libero (non a caso, proprio la libertà viene attaccata) siamo tutt* pers* e disorientat*. abbiamo pensato cosa fare e prima di noi ha scelto una donna combattiva, Madonna. Louise Veronica, quella di “Express yourself“.
SI CONTINUA ! A TORINO !

ecco -grande orgoglio- il comunicato ICONIC che riprende la nostra testimonianza e ribadisce la nostra presenza all’evento come sponsor e sostenitori.
_________________________________________________________________

 

le nostre magliette hanno solo parole, parole semplici. eppure alcune parole non sono più parole, non possiamo più pronunciarle come “parole semplici”.
sono le parole che ci uniscono nel piacere e nella voglia di vivere. nel piacere di vivere che gli assassini hanno colpito a Parigi e che continueremo a pronunciare. siamo diversi dagli altri esseri viventi proprio per lo scambio di parole e -oggi- il tributo a questa “sorella speciale”.

Paolo Rumi per attaccabottone.com
GArtè Magazine

ICONIC – Portraits and Artwork inspired by the Queen of Pop
Un percorso iconografico attraverso l’arte creata dai fan di MADONNA in occasione delle uniche date italiane del “Rebel Heart Tour”.

A cura di Gabriele Ferrarotti, in collaborazione con Ettore Ventura

dal 19 al 24 NOVEMBRE 2015
Palazzo Saluzzo Paesana – Appartamento Padronale
(Via della Consolata 1bis – Torino)

Con il patrocinio della Città di Torino

#palazzosaluzzopaesana #Iconic #art #exhibition #rebelart #artwork #turin #drawing #november #fanart #graphic #graffiti #paint #madonna #rebelhearttour #rebelheart #queenofpop #icon #pop #music #diva #M #legend #madge #madonnafans #mdna #blondambition #UnapologeticBitch #BitchImMadonna #LivingForLove#attaccabottone #expressyourself #GArtèMagazine

REGINA DEL POP: PRESA IN PAROLA!

”la musica mette insieme le persone, la musica unisce borghesia e ribelli”.
se c’è un’artista che ha misurato le parole delle sue canzoni per cambiare continuamente, mantenere la stessa intensità e arrivare al maggior numero di persone è lei: Madonna Louise Veronica Ciccone. la sua storia è tutt’uno con quella di almeno 2 generazioni. ha aperto strade e stimolato donne o uomini in tutto il mondo… e ricordiamo tutti quelle parole!
oggi la Regina del Pop torna in una delle sue Città favorite. vivrà per una settimana nell’ex Capitale del suo Paese d’origine: Torino, città italiana che l’accolse e la riconobbe. Torino è come lei: umile e superba insieme, elegante e sottotono, aristocratica e affettuosamente pop.
Torino le risponde con un tributo d’importanza mondiale. in una casa nobile sembra continuare una fiaba e tra gli arredi del ‘700 trovano posto opere d’artisti che in tutto il mondo hanno celebrato lei: ICONIC, Madonna.

attaccabottone ha voluto esserci. 5 T-shirt a tiratura limitata (adesso in lavorazione): minimalismo e forza delle parole che hanno cambiato il mondo attraverso le emozioni. c’è qualcosa di magico a Torino: c’era una volta e c’è oggi.
per averne un’anteprima basta fare un giro virtuale nel Palazzo incantato che sarà sede della mostra.

attaccabottone
con ICONIC ▪ Portraits and Artworks inspired by the Queen of Pop

19 – 24 Novembre 2015
Palazzo Saluzzo Paesana ▪ Appartamento Padronale
Via della Consolata 1 bis ▪ 10122 Torino

Schermata 2015-11-11 alle 17.14.50Schermata 2015-11-11 alle 17.15.09

ATTACCABOTTONE: DOVE NON TE L’ASPETTI.

amici e amiche di alcuni negozi ci hanno chiesto in queste settimane di luglio di esporre le nostre T-shirt e le abbiamo portate/prestate con grande piacere. l’impressione è che “arredino” e riescano a stimolare scambio e confronto …anche appese!

la prima uscita è stata un mese fa in una mercatino vintage nella trattoria di Lina Orsolina, luogo storico e un po’ mitico della Casbah. il quartiere intorno a Corso Genova è un pezzo di storia di Milano intorno alla leonardesca Conca del Naviglio. una zona vivace e attenta allo scambio umano, ancora molto apprezzato (perché come dice Lina “qui si apprezza ancora la caloria di Milano”): dunque attaccabottone può andare alla grande.
IMG_9590

lì siamo stati notati …e un elegante e animato negozio di parrucchiere è diventato per noi il primo palcoscenico d’eccezione. già dall’ingresso Sant’Agnese Spells, in via Olona, fa effetto: ha uno stile unico, raffinato e sottotono insieme… ideale per attaccabottone! anche i/le loro clienti sono simpatici e alla mano come i proprietari, Paolo e Laura. con una sorpresa: mentre installavamo le magliette una cliente ci ha riconosciuti! suo nipote aveva già una delle nostre T-shirt! “certo, quelle con il bottone!” ha detto.

 

 

 

a settembre ed ottobre è poi la volta di Le7Viti, una vineria speciale in via Gaudenzio Ferrari. oltre ai vini in bottiglia di ottima qualità e alle specialità alimentari, Chiara sta facendo un interessante esperimento: tornare al vino di qualità SFUSO, come si faceva fino a non molti anni fa.

 

se questa è la prima estate di attaccabottone, finisce bene: apre l’autunno sotto il segno della curiosità!

 

.

ATTACCABOTTONE EFFETTO PANETTONE

Natale con i tuoi” dice il proverbio, ed è stato bellissimo vedere quante famiglie o gruppi di amici hanno deciso di scegliere il regalo di Natale più estivo e spensierato che c’è: una T-shirt attaccabottone. qualcuno ha voluto lo stesso grido di battaglia, altri hanno selezionato il messaggio più adatto ad ogni persona. e anche diversi studi professionali ci hanno usato come messaggio d’auguri.
per l’occasione -vista la stagione- avevamo anche realizzato una collezione di felpe e una di T-shirt a manica lunga: ma non c’è stato nulla da fare: la forza ribelle della manica corta vince su tutta la linea.

PAROLA D’ORDINE: FAR/LA FRANCA

volevamo fare un tributo a un’attrice che ha cambiato l’Italia proprio con le parole, attraverso battute o personaggi che tutti ricordiamo.
le abbiamo chiesto mesi fa il permesso per usare il suo nome su una T-shirt, ha risposto ridendo di sì (“è fuori dalle mie abitudini” ha detto. in effetti il risultato è quasi da rockstar!). siamo poi andati con amiche e amici a farle una sorpresa nei camerini il giorno della Prima al Teatro San Babila per IL CAMBIO DEI CAVALLI (da lei scritto, oltre che interpretato). eravamo in 40 tra uomini e donne!
d’accordo con la community del Parenti Social Club (il gruppo che anima tutte le attività collaterali al teatro per il prestigioso e vivace Tetaro Franco Parenti di Milano). e abbiamo anche dato appoggio al crowdfunding del Festival MIX Milano, di cui Franca Valeri è stata eletta e acclamata Queen of Comedy.
un mito totale, una personalità unica, una vivacità che sorprende per intelligenza e puntualità unite.
un’emozione, essere presi in parola da Franca Valeri.

NACQUE TUTTO CON L’APECAR

settembre/ottobre 2014, l’avventura attaccabottone parte con un autunno mite e soleggiato (in cambio di un giugno/luglio da incubo).
siamo stati in giro per la città un mese con l’Apecar preparata come un gioiello per fare il figurone. Milano la scostante ha detto sì, è stato l’inizio di una storia raccontata giorno per giorno dalla pagina facebook.
pensavamo di prendere un premio civico per questo impegno, ma abbiamo trovato vigili e divieti ad agni angolo della città. ok mercati, centri sportivi o parchi ma è stato un incubo nelle “zone ad alta intensità commerciale” o quando solo appoggiavamo le cassette colorate a terra (“occupazione di suolo pubblico”). è stato bellissimo, ma grazie no.
in compenso la festa di chiusura AU REVOIR, APECAR è stata un arrivederci indimenticabile, con decine di amici venuti da tutto il mondo (davvero! si parla anche di New York: Marco che vive lì ed era in visita alla famiglia ci diceva che a N.Y. attaccabottone avrebbe facilitazioni e tutti i giornali o mezzi di comunicazione addosso per un’idea che aiuta al promozione e l’animazione della città e del suo modo di vedere le cose!).
this is Milano calling: abbiamo capito che a tutti gli effetti eravamo già una community.